Citazioni:

 

“Se pensi che l'avventura sia pericolosa, 

prova la routine. 

È letale.”

(PAULO COELHO) 

 

"Non esistono due viaggi uguali 

che affrontano il medesimo cammino"

 (PAULO COELHO)

  

 La vita è un ponte. Attraversalo, ma non costruirvi alcuna casa. 

(Proverbio indiano)

 

Il mondo è un libro e quelli che non viaggiano

ne leggono solo una pagina.

(Sant’Agostino)

 

Un viaggio di mille miglia

comincia sempre con il primo passo.

(Lao Tzu)

 

Non è vero. Il viaggio non finisce mai.

Solo i viaggiatori finiscono.

E anche loro possono prolungarsi in memoria, 

in ricordo, in narrazione.

Quando il viaggiatore si è seduto sulla sabbia 

della spiaggia e ha detto:

”Non c’è altro da vedere”,

sapeva che non era vero.

La fine di un viaggio è solo l’inizio di un altro.

Bisogna vedere quel che non si è visto, 

vedere di nuovo quel che si è già visto,

vedere in Primavera quel che si era visto in Estate,

vedere di giorno quel che si è visto di notte,

con il sole dove la prima volta pioveva,

vedere le messi verdi, il frutto maturo,

la pietra che ha cambiato posto,

l’ombra che non c’era.

Bisogna ritornare sui passi già dati, per ripeterli,

e per tracciarvi a fianco nuovi cammini.

Bisogna ricominciare il viaggio. Sempre.

(Josè Saramago)

 

Non aspettare.

Non sarà mai il tempo opportuno.

Inizia ovunque ti trovi,

con qualsiasi mezzo possa avere a tua disposizione.

I mezzi migliori li troverai lungo il cammino.

(Napoleon Hill)

 

Lentamente muore

chi diventa schiavo dell'abitudine,

ripetendo ogni giorno

gli stessi percorsi,

chi non cambia la marcia,

chi non rischia e cambia colore dei vestiti,

chi non parla a chi non conosce.

Muore lentamente

chi evita una passione,

chi preferisce il nero sul bianco

e i puntini sulle "i" piuttosto che

un insieme di emozioni,

proprio quelle che fanno brillare gli occhi,

quelle che fanno di uno sbadiglio un sorriso ,

quelle che fanno battere il cuore davanti all'errore e ai sentimenti.

Lentamente muore

chi non capovolge il tavolo,

chi è infelice sul lavoro

chi non rischia la certezza per l'incertezza

per inseguire un sogno,

chi non si permette almeno una volta nella vita di fuggire ai consigli

sensati.

Lentamente muore

chi non viaggia,

chi non legge,

chi non ascolta musica,

chi non trova grazia in se stesso.

Muore lentamente

chi distrugge l'amor proprio

chi non si lascia aiutare;

chi passa i giorni a lamentarsi della propria sfortuna

o della pioggia incessante.

Lentamente muore

chi abbandona un progetto prima di iniziarlo,

chi non fa domande sugli argomenti che non conosce,

chi non risponde quando gli chiedono qualcosa che conosce.

Evitiamo la morte a piccole dosi

ricordando sempre che essere vivo

richiede uno sforzo di gran lunga maggiore del semplice fatto di

respirare.

Soltanto l'ardente pazienza porterà al raggiungimento

di una splendida felicità

(Martha Medeiros)

 

I confini della mente, 

sono la prigione dell'umanità.

(ANGELO BLOISI)

 

Segui l'istinto, non le radici.

Quelle intrappoleranno da qualche parte:

casa, paese,nazione...

Ma non siamo alberi.

Gli occhi sevono per guardare oltre l'orizzonte e incontrare nuovi sorrisi, 

le mani per abbracciare le diversità,

il naso per riconoscere e scoprire nuovi profumi sul cammino, 

le orecchie per ascoltare la natura che cambia e le diverse lingue, 

la bocca per sperimentare i sapori di altre culture,

le gambe per esplorare il mondo che ci circonda  attraversando frontiere che non ci appartengono...

(ANGELO BLOISI)

 

Se vuoi che la tua vita sia una storia magnifica,

allora comincia a renderti conto che tu sei l’autore 

e ogni giorno hai l’opportunità di scrivere una nuova pagina. 

(Mark Houlahan)